Lunedì, 26 Novembre 2012 11:50

2012. Casa MB - Bari

Progetto di pannellatura boiserie in legno laccato bianco, per parete di ingresso ad appartamento privato.

Pubblicato in Il Design
Lunedì, 26 Novembre 2012 11:50

2012. Casa DZ - Taranto

L'intervento prevede la riorganizzazione dell'immagine complessiva della living/cucina/pranzo di un appartamento già connotato da una forte identità contemporanea. Attraverso l'adozione di cromatismi decisi e rivestimenti a parati dai decori altrettanto definiti, si è ottenuto un risultato formale che caratterizza ambienti ancora poco riconoscibili.

Pubblicato in I Luoghi del privato
Lunedì, 26 Novembre 2012 11:49

2012. Casa AB - Taranto

L'intervento prevede l'accorpamento di due unità immobiliari con conseguente riconfigurazione spaziale e formale degli ambienti oggetto di unificazione. Il progetto vede la riprogettazione della grande zona living divisa in due ampie aree, una per la conversazione ed una per la videoproiezione con telo motorizzato a scomparsa nel controsoffitto. Gli arredi, le librerie e i contenitori sono progettati su misura e completano l'idea di spazio fortemente contemporaneo che si vuole conferire all'appartamento.

Pubblicato in I Luoghi del privato
Venerdì, 07 Dicembre 2012 00:00

2012. Casa FM - Taranto

L'intervento ha previsto la riprogettazione completa degli spazi interni di un appartamento con affaccio diretto sul mare. 

Aattraverso un preventivo studio delle condizioni energetiche dell'immobile, si è proceduto intervenendo sull'involucro realizzando un "cappotto" interno con blocchi di calcestruzzo cellulare ad alta prestazione. Stesso materiale usato anche per le tramezzature interne. Analogo intervento di contenimento energetico è stato adottato per il terrazzo di copertura. Gli infissi scelti sono con struttura in pvc e vetri ad elevata prestazione.

Dal punto di vista architettonico, l'appartamento si caratterizza dalla parete semicircolare dall'intenso colore arancio che divide fisicamente l'ambiente soggiorno dal grande locale cucina.  L'ambiente living sfrutta l'affaccio privilegiato sul mare attraverso la grande parete finestrata che conduce ad un ampio terrazzo scoperto.

 

Progetto in collaborazione con l'arch. Claudio Pagliaro

Pubblicato in I Luoghi del privato
Domenica, 01 Dicembre 2013 00:00

2013. Casa TC - Taranto

Semplificare, ridurre gli elementi architettonici all'essenziale, cercare la pulizia delle forme attraverso un progetto che trasformasse un anonimo edificio in un intervento esemplare di riqualificazione architettonica.
Situato in una zona residenziale alla periferia di Taranto, caratterizzato dalla splendida posizione fronte mare, lo stabile, risalente agli anni '70 del secolo scorso, è stato l'oggetto di un radicale intervento progettuale che ha visto impegnati in un lavoro congiunto lo studio mpA+d dell'arch. Massimo Prontera e lo Studio Tecnico di Architettura dell'arch. Claudio Pagliaro, che hanno curato insieme la progettazione in ogni suo aspetto, dallo studio di fattibilità al progetto definitivo fino ai disegni esecutivi di ogni elemento di arredo realizzato su misura, dalla definizione dell'impiantistica al progetto illuminotecnico, alla direzione dei lavori durante tutte le fasi del cantiere.
Dal punto di vista architettonico l'edificio ha subito una completa trasformazione delle sue linee formali originarie. L'affaccio a mare è divenuto infatti l'elemento prioritario per la riprogettazione dei suoi fronti. Tutto l'edificio è stato rivestito da lastre in pietra naturale di Locorotondo, caratteristica per il proprio colore bianco. L'alternanza tra la pietra a taglio regolare e superficie liscia e la pietra a taglio incerto e superficie "a spacco" ha disegnato architettonicamente le facciate, conferendo un aspetto razionale e fortemente contemporaneo a tutto l'intervento, pur garantendo al contempo una conformazione generale di tipo mediterraneo.
Un ruolo primario nell'intero intervento ha rivestito la radicale riqualificazione energetica dell'edificio, ottenuta attraverso un complesso ripensamento dell'involucro edilizio finalizzato al miglioramento delle sue prestazioni per mezzo delle tecnologie più avanzate nel campo dei materiali da costruzione. Massima attenzione è stata infatti posta alle strutture opache verticali e orizzontali, all'inserimento di infissi di grande dimensione, in pvc di colore bianco, ad altissima prestazione energetica, alla scelta di ogni materiale, tesa soprattutto alla cancellazione dei ponti termici.
Le opere edili sono state magistralmente eseguite dall'impresa EDILCICCONE srl di Locorotondo (BA). Gli infissi interni ed interni Finstral sono stati forniti dall'Azienda WINDOR srl di Taranto, che ha inoltre curato anche la realizzazione della scala interna.

 

Pubblicato in I Luoghi del privato
Venerdì, 26 Novembre 2010 00:00

2010. Casa GC - Bari

Il progetto ha previsto la riconfigurazione formale della zona living di un appartamento nel centro storico di Bari, attraverso l'adozione di materiali e finiture tipiche del linguaggio architettonico contemporaneo.

Pubblicato in I Luoghi del privato
Venerdì, 26 Novembre 2010 00:00

2010. Casa CM - Taranto

Il progetto prevede una riorganizzazione spaziale e formale della zona living/pranzo/cucina di un appartamento con connotazioni stilistiche che rimandano agli anni '80 del secolo scorso. In questo contesto l'intervento ha previsto la realizzazione di una quinta scenografica con mattoncini a vista, sbiancati in perfetto stile newyorkese, pavimentazione in lastre di gres porcellanato di grande formato e di colore bianco assoluto finitura lucida, grande divano bianco.

Pubblicato in I Luoghi del privato
Venerdì, 26 Novembre 2010 00:00

2010. Casa BF - Lecce

Il progetto ha visto una riprogettazione di dettaglio degli spazi interni di  un appartamento all'interno di uno stabile in fase di realizzazione nel centro storico di Lecce. Il taglio contemporaneo dell'immobile ha permesso una serie di scelte formali e distributive capaci di conferire carattere ad un appartamento ancora non perfettamente definito.

I pavimenti dai colori chiarissimi con lastre in ceramica di grande formato, pareti e soffitti "total white", l'inserimento di elementi di design contemporaneo, la cucina a vista direttamente affacciata sulla zona living, la scala interna che conduce al piano inferiore dove trovano spazio le camere da letto, sono gli elementi che definiscono in modo forte lo stile dell'appartamento

Pubblicato in I Luoghi del privato
Venerdì, 26 Novembre 2010 00:00

2010. Terrazzo solarium Casa AD - Taranto

UN TERRAZZO SOLARIUM ATTENTO ALL'ECOLOGIA.

Un terrazzo di copertura di uno stabile nella periferia est di Taranto è l’oggetto di questo progetto di restyling e di riprogettazione proposto dall’arch. Massimo Prontera.

Il progetto ha previsto la rivisitazione dell’aspetto estetico-formale dell’intera superficie e la realizzazione di una pensilina di copertura con struttura in legno lamellare, la cui funzione principale è di ospitare un impianto a pannelli fotovoltaici per l’autoproduzione di energia elettrica rinnovabile.

E’ proprio il tema delle nuove forme di approvvigionamento energetico di tipo alternativo alla normale rete di distribuzione è stato alla base delle scelte e delle richieste poste dalla committenza. I clienti, una giovane coppia di professionisti, attenti all’ecologia e profondamente rispettosi dell’ambiente, hanno sin da subito impostato le linee dell’intervento in direzione dell’ecosostenibilità di tutte le scelte operative in tema di materiali scelti e di tecnologie impiegate.

Al fine di proteggere l’appartamento privato posto al piano inferiore e collegato al piano copertura per mezzo di una scala interna, si è scelto per posizionare un sistema di pannellature termo isolanti sulle quali è stato posto il nuovo pavimento.

La pavimentazione scelta riproduce fedelmente in gres porcellanato le venature e i colori del legno parquet finitura wengè e riveste l’intera superficie del terrazzo di copertura.

Lungo il perimetro sono state pensate delle fioriere in muratura che accogliessero siepi e piante da frutto, oltre che piante ornamentali e fiori multicolore. Le fioriere fungono inoltre anche da sedute, attrezzabili con cuscini e stuoie. Lungo il perimetro è stato pensato anche un sistema di illuminazione a luce radente.

Le opere di isolamento e pavimentazione sono state curate dalla RA Costruzioni di Taranto.

In posizione d’angolo è stata realizzata la pensilina con struttura il legno lamellare di colore bianco, ancorata sulle pareti perimetrali e fissata a pavimento tramite imbullona tura con due puntoni in legno, realizzata dall’azienda Garden Legno di Monopoli (BA) che ne ha curato anche il montaggio.

Il colore bianco del legno contrasta con il colore intensamente scuro dei pavimenti e conferisce all’intero intervento un carattere di estrema leggerezza e di mediterraneità, rendendo l’intervento assolutamente compatibile con il territorio circostante.

La struttura di copertura, rivestita da tegole cosiddette “canadesi”, ospita i pannelli dell’impianto fotovoltaico che fornisce l’energia prodotta per il fabbisogno abitativo dei proprietari.

I pannelli sono posizionati secondo l’orientamento ottimale così da cogliere al meglio l’energia prodotta dal sole. Il sistema dei pannelli è praticamente invisibile dal basso e parzialmente inglobato sulla struttura di copertura così da permettere una perfetta ventilazione all’impianto e un suo migliore funzionamento.

L’impianto fotovoltaico occupa uno solo dei due lati della tettoia. Il progetto ha però previsto anche la possibilità di una implementazione del numero dei pannelli in previsione di un aumento di produzione di energia, portando il numero dei pannelli da otto a sedici.

Il progetto prevede inoltre un preciso allestimento del terrazzo con funzione a solarium nella stagione primaverile ed estiva soprattutto, con la predisposizione di sedute e tavolini con struttura in ferro battuto e cuscini in tessuto bianco, oltre che chaise longue e lettini per la tintarella.

Pubblicato in I Luoghi del privato
Giovedì, 26 Novembre 2009 00:00

2009. Casa TS - Taranto

Il progetto ha previsto la ristrutturazione completa di un edificio precedentemente adibito a immobile ad uso artigianale con la nuova funzione di villa unifamiliare su due livelli, attraverso una totale rivisitazione formale, spaziale e distributiva degli ambienti interni e delle facciate esterne. 

 

Pubblicato in I Luoghi del privato
Pagina 2 di 4