L'altro Spazio. Uno sguardo nel Borgo nascosto - 19.05.2018

L'altro Spazio. Uno sguardo nel Borgo nascosto. 
OPEN! STUDI APERTI 
2a edizione. 

SPAZIO3, l'Hub creativo di architettura e fotografia, arti visive e design, costituito da mpA+d Massimo Prontera Architettura+design, Studio di architettura arch. Rosa Gorgoglione e il collettivo fotografico L'A 50 millimetri, dopo aver promosso al proprio interno diverse esposizioni temporanee di arte, design e fotografia, questa volta sceglie di spostare il proprio campo di azione all'esterno della propria struttura operativa. Dopo la partecipazione alla prima edizione di "Open! Studi Aperti" dedicata alla memoria, alle suggestioni, alle emozioni, al colore, musica e design degli anni 60 e 70 del secolo scorso, per questa seconda edizione SPAZIO3 punta l'attenzione sulla scoperta e riscoperta di angoli nascosti e suggestivi del centro storico di Taranto dai quali poter ripartire per una riqualificazione generale della città. Sabato 19 maggio 2018, dalle 18.00 alle 22.00. Mostre fotografiche, focus talk sulla riqualificazione urbana, musica e buon vino. Questa la formula di "l'ALTRO SPAZIO. Uno sguardo nel Borgo nascosto".
Interverrà, tra gli altri, il dott. Francesco Pasculli, curatore della Chiesetta. Grazie alla collaborazione con l'Istituto superiore di Studi musicali "Giovanni Paisiello" di Taranto, intorno alle ore 20.00 introdurranno un breve intermezzo musicale le chitarre dei giovani Giovanna Delfino e Dario Rizzo.

Ingresso libero e gratuito. 

SABATO 19 MAGGIO 2018, DALLE 18.00 ALLE 22.00
c/o CHIESETTA NEOGOTICA DI SAN FRANCESCO DI PAOLA AL BORGO
VIA CAVOUR, 51. TARANTO
https://www.facebook.com/events/224141771693148/

 

 

QUESTO E' OPEN! STUDI APERTI (dal Comunicato stampa del Consiglio Nazionale Architetti)
Architettura: domani e dopodomani oltre 700 eventi a “Open Studi Aperti”. il 18 e il 19 maggio in tutta Italia visite a cantieri, dibattiti, presentazioni, incontri, laboratori

Roma, 17 maggio 2018. Visite ai cantieri per far comprendere la genesi di un progetto; studi professionali che si trasferiscono nelle strade e nelle piazze delle città per confrontarsi con la comunità dei cittadini o che si trasformano in atelier di pittura o laboratori d’arte e di progettazione; concorsi fotografici e proiezione di video e di documentari; esposizioni di libri rari e prime edizioni di scritti sull’architettura e sull’arte di costruire. Ed ancora: conferenze in piazze, in palazzi storici ed in angoli suggestivi di grandi città e di piccoli centri, performance musicali e dibattiti, ma anche musica, divertimento ed allegria.

Sono oltre 700 – in 91 province – gli eventi di “Open Studi Aperti”, l’iniziativa del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori in programma domani e dopodomani, in contemporanea e in tutto il Paese, per diffondere la cultura architettonica e rinnovare la sensibilità nei confronti dell’ambiente, del paesaggio e dei territori.

Anche in questa seconda edizione obiettivo di “Open Studi Aperti”, la più grande manifestazione italiana di architettura diffusa sul territorio, è quello di avvicinare i cittadini agli architetti per condividere la funzione civile e culturale che è propria di ogni trasformazione dello spazio e del territorio e per ribadire la responsabilità, l’importanza della figura dell’architetto ed il suo ruolo di protagonista in queste trasformazioni.

Dopo “Open Studi Aperti” un altro importante appuntamento attende gli architetti italiani. Si terrà, infatti, a Roma dal 5 al 7 luglio prossimi – presso l’Auditorium Parco della Musica – l’VIII Congresso Nazionale che, a dieci anni dall’ultimo tenutosi a Palermo, intende offrire un significativo contributo al dibattito sul futuro dell’abitare, delle città e dei territori, proponendo un nuovo paradigma della qualità della vita urbana, ripensandone, alla radice, il modello.

www.facebook.com/CNAPPC/

www.facebook.com/studiaperti

twitter.com/studiaperti

www.instagram.com/studiaperti